Santo Siorpaes

A cura di Jacopo Verardo.

Santo Severino Siorpaes (1832 – 1900) è stato uno dei pionieri dell’alpinismo nelle Alpi Orientali ed è stato il capostipite delle guide alpine. Egli infatti fu il primo ad affiancare alla sua occupazione (il tagliaboschi), l’attività di guida alpina. Nell’arco di circa vent’anni divenne l’accompagnatore più ricercato delle Dolomiti da facoltosi clienti, austriaci e inglesi in primis, per l’ascensione di cime inviolate. Condivise questa privilegiata posizione con Innerkofler, altro grandissimo alpinista e guida alpina. Le sue grandi doti fisiche e sopratutto mentali gli permisero di compiere 23 prime salite assolute, molte su cime oltre i 3000 metri di primissimo ordine, sopratutto in Dolomiti, ma anche in Alpi Carniche. Accompagnò clienti anche sui ghiacciai dell’Ortles e del gruppo Adamello – Presanella. Tra le sue più importanti imprese si ricordano: Tofana di Rozes, Croda Rossa d’Ampezzo, Cimon della Pala, Pala di San Martino, Monte Popera, Cimon del Froppa, Becco di Mezzodì, Monte Duranno, Cima dei Preti, Sasso di Bosconero, Monte Siera.

Qui sotto riporto un ottimo ritratto di Siorpaes, sia sotto il profilo biografico sia sotto quello alpinistico, scritto da Carlo Mazzariol (Sezione CAI di Treviso) per Le Alpi Venete.

Siorpaes 1 Siorpaes 2 Siorpaes 3 Siorpaes 4 Siorpaes 5 Siorpaes 7 Siorpaes 6

Lascia un commento

*