Emilio Comici

“Saper ideare la via più logica ed elegante per attingere una vetta disdegnando il versante più comodo e più facile, e percorrere questa via in uno sforzo cosciente di tutti i nervi, di tutti i tendini, disperatamente tesi per vincere l’ attrazione del vuoto ed il risucchio della vertigine, è una vera e qualche volta stupenda opera d’ arte: prodotto dello spirito e dell’ estetica che, scolpito sulle muraglie rocciose, durerà eternamente, finchè le montagne avran vita”

174000.JPG

Logicità…eleganza…risucchio del vuoto…opera d’ arte….e l’ opera d’ arte ha valore eterno, sì perchè la grandezza dell’ artista sta anche in questo, nel vivere per sempre e l’ alpinista che scopre, che traccia secondo una logica non è in qualche modo un artista?

Poche volte mi sono emozionato così tanto come quando ho letto alcuni passi di “Alpinismo eroico” di Emilio Comici, quanta carica in quel libro e quanta ispirazione che sa regalare! Poi però non ho voluto limitarmi a quello e cimentandomi nello scambio epistolare con Severino Casara forse ho capito qualcos’ altro come per esempio il grande dissidio interiore che affliggeva Comici oppure la sua immensa bontà d’ animo.

I temi sono tanti, ho voluto così dedicare ad ognuno di essi uno spazio proprio perché è questo che meritano.

1) L’ ARTE DI ARRAMPICARE

2) IL DISSIDIO INTERIORE

 

 

Lascia un commento

*