1 – Il Pericolo da valanga

gradi-pericolo
I 5 gradi di pericolo di valanga

Fino ad alcuni anni fa in Europa era utilizzata una scala di pericolo valanghivo legata alla stabilità/instabilità del manto nevoso (Meister, 1995 e Schweizer e Wiesinger, 2001).

Tuttavia da un punto di vista fisico risulta scorretto parlare di scala di stabilità del manto nevoso poiché non esistono le condizioni intermedie fra la stabilità e l’instabilità. Pertanto si considera il grado di consolidamento definito come il rapporto fra le forze resistenti e le tensioni presenti. Il consolidamento espresso tramite la diffusione areale dei siti pericolosi con le seguenti definizioni:

  • Ben consolidato.
  • Moderatamente consolidato.
  • Da moderatamente a debolmente consolidato.
  • Debolmente consolidato.

Inoltre caratteristica peculiare della scala è la suddivisione del pericolo in 5 gradi correlati da un’aggettivazione crescente (AINEVA):

  • Grado di pericolo 1: debole. Il manto nevoso è ben consolidato oppure a debole coesione e senza tensioni. Il distacco è possibile solo su pochissimi punti su terreno ripido estremo (>40°) generalmente con forte sovraccarico;
  • Grado di pericolo 2: moderato. Manto nevoso ben consolidato eccezion fatta per alcuni pendii ripidi in cui lo è solo moderatamente. Il distacco è possibile principalmente con forte sovraccarico sui pendii ripidi indicati. Non sono da aspettarsi grandi valanghe spontanee;
  • Grado di pericolo 3: marcato. Manto nevoso da moderatamente a debolmente consolidato. Distacco possibile in certi casi con debole sovraccarico soprattutto nei pendii indicati. Sono da aspettarsi valanghe spontanee di media grandezza e in taluni casi anche singole grandi valanghe;
  • Grado di pericolo 4: forte. Il manto nevoso è debolmente consolidato sulla maggior parte dei pendii ripidi. Il distacco è probabile già con debole sovraccarico su molti pendii ripidi. Sono da aspettarsi molte valanghe spontanee di medie dimensioni e talvolta anche grandi valanghe;
  • Grado di pericolo 5: molto forte. Manto nevoso debolmente consolidato ed instabile. Sono da aspettarsi molte grandi valanghe spontanee anche su terreno moderatamente ripido.

Man mano che il pericolo cresce, è dunque più probabile un distacco valanghivo su pendenze sempre minori (7-19) e su una porzione più ampia di pendio (tab.7-1, AINEVA, 2014).

Di fronte al pericolo come ci si può comportare? Vedi –> Pericolo e rischio – Riduzione del rischio

 

 

Precedente Bocchetta dei Fondi - Scialpinismo sul Carega Successivo 2 - Pericolo e Rischio - Riduzione del rischio

6 commenti su “1 – Il Pericolo da valanga

  1. I love your blog.. very nice cokors & theme. Did you make this website
    youurself or did you hire someone to do itt ffor you? Plz respond as I’m looking to design my own blog and would like
    to know where u got this from. many thanks

  2. My spouse and I stumbled over here by a diffdrent page aand thought I might as well check thinngs out.
    I like what I see so now i’m following you. Look forward to
    looking over your web page yet again.

Lascia un commento