Dente del giudizio o Campanile del rifugio 1509m – Via Carlesso-Soravito

DSCN5666
Il Campanile del rifugio o Dente del Giudizio, finalmente appare. All’ imbocco della Val Montanaia non è distinguibile dall’ avancorpo di Cima Meluzzo

Relazione e foto di Claudio Betetto e Francesco Polazzo

Premessa

Jacopo ha ingaggiato il Pola e me per far legna il week end in Pramaggiore, tuttavia decidiamo di marinare la giornata del Sabato per salire questo minuscolo pinnacolo posto come punta estrema dell’ avancorpo di Cima Meluzzo, all’ imbocco della famosa Val Montanaia. Negletto e poco considerato, il Campanile del Rifugio offre invece una discreta e veloce arrampicata, adatta per le giornate incerte.

Relazione

Partiamo con calma e smontiamo al parcheggio di Pian Meluzzo (1163m) che sono quasi le 9. Qui incontriamo una combriccola che è diretta sul più famoso dei due “campanili”, quello di Val Montanaia; noi siamo invece diretti verso la quota segnata 1509m, anonima sulla Tabacco, ma percorsa da una via aperta nientepopodimeno che dalla coppia Carlesso-Soravito!

Non saliamo al rifugio ma percorriamo le ghiaie del fondovalle ed intercettiamo il sentiero CAI della Val Montanaia più in alto. Dopo poco sulla dx si stacca una traccia proprio quando si riesce a distinguere il nostro campanile, separato dalla Cima Meluzzo. Seguiamo questo sentierino stando alti e costeggiando le pareti dove sono presenti anche dei monotiri, evitando la mugheta sottostante, fino ad incontrare l’ attacco della via in concomitanza di un camino (2ch. sulla sx).  Decidiamo di procedere in alternata. La via è  interamente protetta a chiodi e spit, quasi inutili i friend, inutili i dadi. Soste tutte su spit o spit+chiodo.

  1.  Saliamo un camino di roccia discreta che impegna sul IV, p.IV+ . 2ch. e 2 spit , sosta all’ uscita del camino.
  2. Proseguiamo in un camino con molta erba. III, p. III+ delicato all’ inizio, sosta all’ uscita a sx.
  3. Tiro particolare, prima sul filo della crestina per raggiungere la guglia principale e poi arrampicando in discesa per portarsi sotto ad un saltino solcato da una fessura leggermente strapiombante, II.
  4. E’ la lunghezza più bella: scaliamo la suddetta fessura (IV+) e usciamo sullo spigolo che seguiamo fino ad uno spit dove pieghiamo a dx traversando per 3m (delicato, III+). Poi su in verticale fino alla sosta, IV e III alla fine. Sosta su chiodo+ spit con due cordoni.
  5. Saliamo per traccia fra i mughi con un solo p. di II grado alla minuscola cima.

Il cielo è rimasto coperto tutta la mattina tuttavia si sta bene, ci mangiamo qualcosa e in breve decidiamo di scendere.

Disarrampichiamo il saltino di II e pieghiamo a sx fino ad incontrare 2 spit con maglia rapida.

Con la 1° calata arriviamo all’ attacco del 4° tiro, una 2° corda doppia ci porta poi alla base.

Sono necessarie due corde da 60m in entrambe le calate.

In discesa tagliamo fra i mughi e arriviamo al Rif. Pordenone giusti in tempo per un birra, ci mangiamo qualcosa alla macchina e via su in Pramaggiore a trovare Jacopo e suo padre che ci aspettano. Trascorreremo una serata in compagnia… “etilica” al punto giusto.

Note

Salita breve e globalmente poco impegnativa, perfetta per giornate come la nostra, ovvero di mezza stagione (Ottobre) e dal tempo incerto. L’ unico inconveniente è stata la roccia umida e a tratti proprio bagnata dentro al camino.

12207493_884291784972490_867058497_o
Arroccato sopra i mughi si difende bene, l’ avvicinamento procede dalla sx
12211155_884291834972485_1293371694_o
Il camino dell’ attacco
DSCN5668
Pola in azione
12213947_884291994972469_1914885173_o
Troppi chiodi…bisognava rimediare!!
12211085_884291838305818_780563553_o
All’ uscita del secondo tiro con molta erba
DSCN5672
Il quarto tiro in esposizione
DSCN5673
In cima!!
DSCN5675
Discesa lungo la seconda doppia che deposita alla base
DSCN5678
Sempre sulla seconda doppia
12194241_884291998305802_28886788_o
Forse abbiamo esagerato con la ferramenta??
Precedente Cima Cadin di Vedorcia 2403m - Via Normale Successivo Pelmo 3168m – Dove iniziò l’alpinismo

Lascia un commento